Search:
Arredare ufficio... Da dove partire? - Arredamento - Design
20188
post-template-default,single,single-post,postid-20188,single-format-standard,edgt-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,hudson child-child-ver-1.0.0,hudson-ver-1.9, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive

Arredare ufficio… Da dove partire?

Dic 22 2018

Arredare ufficio… Da dove partire?

Arredamento ufficio: la prima impressione conta. Eccome se conta. È come se fosse un biglietto da visita. Accogliere la clientela al meglio può rivelarsi un fattore decisivo nella buona uscita o meno di un affare. Denota serietà, affidabilità e competenza. Del resto come può un potenziale cliente aspettarsi professionalità e precisione se lo accoglierete in un ambiente caotico? Ecco, non è possibile. Anche chi tipicamente evita di ricevere in ufficio dovrebbe comunque prestarvi attenzione. Almeno per una logica puramente funzionale. Avere gli strumenti giusti per condurre l’attività, con tutte le annesse comodità, significa risparmiare parecchio tempo. E mettersi nella posizione ideale per creare il giusto clima all’interno di un contesto lavorativo. Immaginate: se aveste dipendenti a libro paga preferiranno li mettereste nelle migliori condizioni per prestare servizio oppure no? Più li porrete nelle condizioni favorevoli e più saranno propensi a evitare distrazioni o scuse. Sullo stile spetta molto al vostro gusto e al ramo in cui operate. Lo studio di un commercialista sarà, per esempio, ben differente rispetto a quello di un produttore musicale. Ecco dunque, per esempio, come arredare un ufficio a Roma sono gli elementi d’arredo che è preferibile procurarsi per allestire un arredamento ufficio moderno.

Arredamento ufficio: si parte dalla scrivania…

Se chiudete gli occhi e pensate a un’azienda probabilmente vi appariranno scrivanie ufficio. È sempre stato così. Il capo, poi, ne ha una bella e splendente. Giusto un bel biglietto da visita per far capire chi comanda… Peraltro, trasmetterà una sensazione di autorità e sicurezza nei futuri meeting aziendali. L’aspetto curato contribuirà a ottenere maggiore credibilità. I materiali maggiormente utilizzati sono il legno e quello plastico. Su quale sia preferibile scegliere rimettiamo la parola a voi. Dipende infatti da quale stile prediligete. Idem per lo spazio. C’è chi necessità di uno grande dove riporre il computer e coi documenti cartacei a portata di mano, cosicché siano facilmente consultabili. Altri, al contrario, preferiscono scrivanie compatte, ben poco ingombranti, disposte una accanto all’altra. In tal modo si forza i collaboratori a darsi una mano reciproca e a creare un vero e proprio team. Coeso e unito, pronto ad affrontare qualsiasi genere di sfida.

Sedie

Step numero due: le sedie. Ovviamente, conta che abbiano una corretta ergonomia per lavorare al meglio delle proprie capacità e senza accusare fastidiosi problemi alla schiena. Altrimenti, col trascorrere delle ore i fastidi insorgeranno e non lasceranno tregua… Quindi, la comodità va posta in cima alle priorità, sia per voi che per i vostri dipendenti. A lungo andare, tali dettagli apporteranno benefici sul buonumore generale. Ed è risaputo che sentirsi trattati bene invoglia a ripagare con pari atteggiamento: produttivo, disponibile e cortese. Sì, pure un buon modello di sedia aiuta a sentirsi ben accetti al lavoro. Quindi, occhio sì al risparmio, senza esagerare però! Qualche centinaio di euro va speso, mettetelo in conto. In aggiunta, procuratevi una “sedia di emergenza”. Chiusa, occupa spazio limitato e può sempre tornare utili. Oltre che facile da usare, sceglietene una bella ed elegante. Puntate, poi, su una con colorazione nera: vi servirà per riunioni o incontri.

Librerie e portadocumenti

Altro articolo da inserire nella to-do-list: la libreria. Essenziale, per tenere i documenti in perfetto ordine. A proposito, i proverbiali cassettini permettono di avere tutto sotto mano, conducendo a un notevole risparmio di tempo e spazio. Riguardo allo stile, se ne trovano di ogni tipo, perciò sentitevi liberi di dare sfogo alla vostra creatività. Sugli scaffali avrete modo di riporre libri, materiali e qualsiasi altro materiale cartaceo che vi potrà venire necessario. Se li catalogherete, saprete, per filo e per segno, dove mettere le mani. Sebbene tutto si stia digitalizzando, certe abitudini rimangono e donano pure fascino all’ufficio. Avere una copia cartacea impedirà che eventuali crash al pc blocchino la giornata operativa.

Lampada, telefono e internet

Una stanza illuminata è a sua volta fondamentale. Pertanto, vi consigliamo di scegliere con scrupolo quale lampada installare. In tal senso, le opzioni sono molte e ognuna interessante: se ne può installare una da appoggiare all’angolo della scrivania oppure una più appariscente piantana ad arco, che conferisca ulteriore classe all’arredamento ufficio. Gli occhi non si affaticheranno troppo nelle ore buie. Se la luce è calda, tanto meglio. Tenete poi a mente che un ufficio è tale solo se prevede almeno un telefono, cellulare oppure fisso, per rendervi così reperibili dai clienti. Allacciate poi la connessione a internet: il web è un eccezionale viatico anche per sviluppare il proprio business.

Biro e agenda

Per concludere, segnatevi gli articoli di cancelleria: alcune biro (e portapenne), un’agenda, le forbici, una cucitrice, matite con la gomma ed evidenziatori sono il minimo. Per avere la situazione sempre sotto controllo e ricordarvi ogni scadenza aggiungeteci dei post-it e appiccicateli sulla scrivania oppure sulla parete. Completate l’arredamento ufficio con una calcolatrice tascabile.

 

Share Post
redazione
[email protected]